Diario di vendemmia 2015 – II bollettino

È arrivato l’Ortrugo 2015

Lunedì 31 agosto è iniziata la raccolta e la vinificazione dell’Ortrugo, l’uva bianca non aromatica caratteristica delle vigne sui Colli Piacentini. Il lavoro si è sviluppato anche nei giorni successivi, fino a giovedì 3 settembre, e ha interessato anche piccole partite di Riesling, un vitigno a frutto bianco presente nel territorio in modo più sporadico.

In questa fase, le operazioni vendemmiali hanno riguardato i vigneti delle zone di coltivazione bassa e intermedia quanto ad altimetria, quelle cioè che in base ai controlli di pre-raccolta avevano espresso già le migliori condizioni di maturazione.

Nei primi 4 giorni di lavoro, sono stati vinificati circa 2.500 quintali di grappoli di Ortrugo e altri si lavoreranno nei giorni a venire, quando saranno vendemmiati i vigneti della fasce altimetriche più elevate.

Domani, intanto, ci sarà il primo giorno di vinificazione delle uve Malvasia bianca di Candia Aromatica, altro vitigno “testimonial” delle colline piacentine.

Dopo due annate (2013 e 2014) tendenzialmente “fresche”, il 2015 si segnala anche per l’Ortrugo come un’annata “calda”. Questa situazione climatica così particolare – che ha portato 45-50 giorni consecutivi di tempo bello, caldo e secco, con scarse escursioni termiche giorno/notte nel periodo più torrido – influirà naturalmente sulla caratterizzazione dei vini in fase di produzione, soprattutto in relazione alla differente dotazione aromatica delle uve: si prevede che gli Ortrugo 2015 disporranno di complessi olfattivi meno floreali e più fruttati, con struttura sapide più consistenti, con gradazioni alcoliche più elevate, ma non esagerate e probabilmente con una longevità più contenuta.

Dal punto di vista sanitario – come ci conferma l’Enol. Paolo Bernardi, responsabile tecnico della Cantina di Vicobarone – i grappoli di Ortrugo sono perfettamente sani, senza alcun problema di marciume determinato da botrite. In generale, le uve sono molto buone e anche molto belle da vedere. Se un piccolo problema si può riscontrare ogni tanto questo è determinato dalle scottature sui grappoli meglio o troppo esposti al sole. Ma anche in questo caso si tratta di situazioni molto limitate.

Vicobarone, 3 settembre 2015