Il vino che fa bene all’ambiente

Mentre i grappoli cominciano a evidenziarsi nelle vigne cambiando colore e si annuncia un nuovo raccolto, con una stagione piena di lavoro e di aspettative, prosegue l’impegno della Cantina di Vicobarone per preservare il territorio con l’aiuto dei suoi viticoltori.

Soprattutto gli associati che dal 2013 partecipano al Progetto di ecosostenibilità VIVA del Ministero per l’Ambiente, moltiplicano i controlli nel vigneto. Grazie a coloro che seguono il protocollo ministeriale i primi risultati si vedono già nella consistente limitazione del consumo di acqua per i trattamenti in campagna, nella riduzione del consumo di energia elettrica e delle emissioni di anidride carbonica nei processi di vinificazione e affinamento.

Anche il vino più amato delle colline piacentine, la Malvasia allegra e frizzante, insieme al Gutturnio doc, sta diventando ecosostenibile alla Cantina di Vicobarone. Un severo protocollo di lavoro in vigneto e in cantina consente di realizzare un concreto risparmio di risorse, dall’acqua al vetro della bottiglia, che aumenta il valore di questo vino simbolo.

Un vino che fa bene all’ambiente oltre che soddisfare i suoi appassionati, questa nuova Malvasia della Cantina di Vicobarone, stimolante per le sue bollicine, affascinante per i suoi profumi fruttati che ricordano da vicino il gusto dell’uva.

Protagonista degli aperitivi e recentemente dell’evento di Civiltà del Bere “Un Vino per l’Estate”, il 26 giugno nei magnifici Chiostri dell’Umanitaria a Milano, la Malvasia frizzante della Cantina di Vicobarone è infatti compagna ideale dei salumi nobili stagionati e presenza immancabile sulla tavola estiva, accanto ai piatti leggeri e stuzzicanti della stagione calda.

SCARICA .doc