Ravioli ripieni di “picula ad caval”

Ecco una ricetta dello chef Claudio Cesena dell’Antica Osteria della Pesa.
www.relaiscascinascottina.it

Abbinamento
L’abbinamento consigliato e’ Titano, Gutturnio Classico D.O.C. della Cantina di Vicobarone.

Ravioli ripieni di “picula ad caval” con verdure croccanti al burro di nocciola

ravioli-ripieni

By Silvia Pagani Published: ottobre 6, 2013

  • Dosi per: 4/6 persone

La picula ad caval (letteralmente tradotto in italiano "piccola di cavallo") è una ricetta tradizionale piacentina, a base di carne di cavallo tritata. Ha una particolarità: si dice che non possa essere riscaldata, ma solo mangiata appena preparata, pena la perdita di morbidezza della carne.

Ingredienti

  • 300 g pasta all'uovo
  • 200 g macinato di cavallo
  • sedano, peperone, carota e cipolla
  • 2 cucchiai salsa di pomodoro
  • 1 bicchiere vino rosso
  • olio e burro
  • zucchina, peperone
  • farina di nocciole

Preparazione

  1. ravioli-ripieniPer il ripieno far rosolare le verdure tritate piuttosto finemente con 2 cucchiai di olio e una noce di burro, unire il macinato di cavallo e far ben tostare quindi bagnare con il vino rosso e far evaporare. A questo punto aggiungere la passata di pomodoro e qualche mestolo di brodo e far cuocere per circa un’ora fino a che il tutto sarà ben ristretto. Far raffreddare. con il burro alle nocciole.
  2. Stendere la pasta all’uovo in strisce piuttosto sottili, distribuire dei mucchietti di ripieno e formare, con l’aiuto di uno stampino rotondo dei ravioli a mezza luna. In una padella far rosolare del burro con le verdure del condimento tagliate a piccoli cubetti lasciandole ben al dente. In una piccola casseruola far fondere a fuoco dolce del burro con la farina di nocciole facendo insaporire il tutto.
  3. Sul fondo del piatto mettere un’abbondante cucchiaiata di verdure, disporvi sopra i ravioli cotti in acqua bollente salata, cospargere con parmigiano grattugiato e condire con il burro di nocciole.