Turtlitt di Carnevale

Ogni festa ha i propri dolci tipici. Il Carnevale piacentino è rallegrato dalla presenza dei turtlitt, tortelli dolci ripieni e fritti.

Abbinamento
L’abbinamento consigliato è CASSIOPEA Malvasia Spumante Dolce della Cantina di Vicobarone.

Testi e foto ATLANTE guide turismo e cultura a Piacenza
www.atlanteguide.it

Turtlitt

Camera 360

By Silvia Pagani Published: febbraio 14, 2015

    Si tratta di un tortello dolce ripieno e fritto. Ai tempi delle nostre nonne nello strutto, adesso in un più "salutare" olio di arachidi. Come di ogni ricetta locale, ne esistono migliaia di versioni (una per ogni famiglia, più o meno…): anche Carmen Artocchini nelle sue mitiche pubblicazioni volume “400 ricette della cucina piacentina” e “Piacenza a tavola” ne riporta tre versioni e nessuna di queste è uguale alla nostra…

    Ingredienti

    • 1 kg farina
    • 6 uova (uno intero e 5 tuorli)
    • 125 gr burro
    • 150 gr zucchero
    • buccia grattugiata di un limone
    • 1 pizzico di sale
    • 1/2 bicchiere vino bianco
    • 6 hg castagne secche bollite e tritate
    • 6 hg mostarda di Cremona
    • 3 hg amaretti tritati
    • 3 cucchiai cioccolato dolce in polvere
    • 1 cucchiaio caffè macinato
    • 2/3 cucchiai cucchiai di marmellata fatta in casa
    • 1 bicchierino di liquore (brandy o cognac)
    • strutto o olio di arachidi

    Preparazione

    1. Tritare castagne, mostarda e amaretti e amalgamare con cioccolato, caffè, marmellata e liquore in una crema piuttosto solida.
    2. Impastare farina, uova, burro, zucchero, limone, sale e vino bianco fino ad ottenere un composto morbido ed elastico.
    3. Dopo aver tirato la pasta a macchina, dosare il ripieno e chiudere come fossero ravioli. I contorni del turtlitt devono essere leggermente premuti con i rebbi di una forchetta: l’operazione serve a sigillare il tortello ma soprattutto a conferirgli l’aspetto tradizionale!
    4. Camera 360Per la cottura, i turtlitt devono essere immersi nell’olio bollente finchè non cominciano a dorare. Una volta raffreddati, occorre cospargerli di zucchero a velo. Ed eccoli pronti per essere gustati!